12 gennaio 2010

Quiche di latitanza con indaffarataggine varia, aromatizzata con mille pensieri

Ecco la ricetta per lasciare un blog a sè stesso: prendete una bloggher e mandatela in erasmus; datele la possibilità di partire dopo un anno per NY, a patto che si laurei entro novembre. Fatela stare un po' indietro con gli esami, quelli più tosti, e datele una sessione all'estero di 2 settimane con un solo appello per corso, in modo che 3 esami si accavallino su 2 giorni. Lasciate cuocere a fuoco lento il tutto e tahdaaaaa!!!! Gustate a temperatura ambiente, con una spruzzatina di ansia.

Schezi a parte, miei cari. Mi faccio schifo da come sto trascurando il blog. Anche perchè, diciamocelo, le idee ci sono, manca proprio il tempo materiale per mettersì lì e dire "e mò scrivo, che me piace!"
La cosa positiva di questo momento è che mi sono davvero resa conto di quanto amo cucinare per il semplice fatto di farlo. Ho sfornato quiche, fatto focacce, cotto miestre e zuppette, aromatizzato risotti, fatto couscous e pesce (cosa che solitamente non amo fare.. o forse non so fare!!), impastato pane e panini, fatto soufflè al cioccolato e biscotti da tè. Insomma, mi sono comunque data da fare: il problema è stato sempre e solo il mettersi lì.. grrr!!

Sono tornata in belgio come avrete capito, dai miei coinquilini che 2 giorni fa si sono proposti di spartirsi loro il mio affitto e di tenermi la camera fino a giugno pur di vedermi tornare. Adorabili! Mi fanno sentire serena e a casa, apprezzata e voluta bene; il che è una bellissima sensazione, credetemi! Andarmene mi dispiace, ma torno per chidere un capitolo e aprirne altri 10: viaggio in vespa, laurea a fine anno (se Dio vuole), partenza per la grande mela...

Bando alle ciance generiche ad ogni modo! Ho detto che ho sperimentato il pesce, e così è stato! Avevo del salmone, e ho deciso di farlo al vapore con salsa Curry, couscous e carotine. Un esperimento ben riuscito a dire il vero, moolto soddisfatta di me :-) anche perchè solitamente non amo le carote cotte, ed invece... E' abbastanza veloce e completo, e gustosissimooo mhmmmm!!

INGREDIENTI
2 pezzetti di salmone
2 tazzine da caffè di grana di couscous
4 carote medie/piccole
1 cipolla
1/2 barattolino di panna da cucina
burro
1 cucchiaino e mezzo di curry
spezie

Ingredienti per 2 persone - preparazione totale 30/40 min

Prendete una pentola e mettete a bollere l'acqua con qualche chicco di pepe, del sale, qualche chiodo di garofano ed altre spezie a piacere (io ho usato anche il cumino e un misto di erbe). Tagliate la cipolla e mettetela a cuocere in una pentola bassa con dell'olio; affettate le carote a listarelle, e unitele alla cipolla quando è dorata. Lasciate andare a fuoco lento, mescolando di tanto in tanto; correggete con sale e pepe all'occorrenza.
Mettete delicatamente il pesce nell'acqua per la cottura; impiegherà circa 20 minuti, dipendentemente dalla grandezza del pezzo.
Mettete le carote cotte da parte, e nella stssa pentola aggiungete un pezzetto di burro con la panna e il curry e fate scaldare. Trasferite il pesce e fatelo andare a fuoco basso nella salsa.
In una ciotola, versate le 2 tazzine di cous cous e versateci sopra la stessa quantità d'acqua, usata per far cuocere il pesce. Lasciate riposare 3 minutini, per poi sgranare con una forchetta, aggiungendo all'occorrenza un po' d'olio.
Impiattate il tutto; se necessario ripassate in pentola le carote per scaldarle.

Devo dire che è stata una rivelazione ;-P ma è un parere strattamente persunnale!

8 commenti:

mariacristina ha detto...

Bentornata!Bello avere coinquilini così, sei proprio fortunata. In bocca al lupo per gli esami, buona anche la ricetta ed è un peccato che in casa mia il pesce non sia molto di moda.

Betty ha detto...

Ciao, vabbè dai... prima il dovere e poi il piacere!
Grazie comunque per la ricetta, sembra davvero gustosa :-P

Baci e Buon Anno Nuovo :)

SUNFLOWERS8 ha detto...

Ciao Marti bentornata, conosco bene la sensazione di voler fare 100 cose ma il tempo non è della nostra stessa opinione ^___^ in compenso questo salmone sembra proprio appetitoso!
bacioni

pianoB ha detto...

Bentornata! Ero passata di qua per lasciarti un commento sul post precedente chiedendo se era tutto ok... ma ecco che mi attendevano tue nuove notizie! Non ho ben capito come saranno i tuoi futuri spostamenti, ma magari me lo racconterai di persona se a febbraio riusciamo a vederci... ;-)
Questa ricetta di pescetto (che per significa solo filetti di platessa surgelati Detsamorefindus e tonno in scatola... ehm...) sembrerebbe quasi facile, me la segno.

cristy ha detto...

BENTORNATA!!!!!! Lo sai che mi sei mancata?
Ci voleva proprio il tuo ritorno con ricettina!!!
Ciao spero a presto Cristy

Daniela B. ha detto...

Ciao Marti, si si la prossima volta che vengo a Trento ci vediamo!! :-)
in bocca al lupo per gli esami!!!!

Marti ha detto...

@ MARY - Grazie Mary..speriamo! Io il pesce lo adoro, ma è vero che è più difficile da fare che la carne (almeno all'apparenza) e spesso viene un po' a mancare come abitudine :-P indi capiscu!

@ BETTY - Anche a teeeee! :-D Grazie mille!

@SUNFLOWERS - Lo è :-P Provalo e mi dici semmai, ihih! E' una sensazione epssima, ma ahimè mi sa che è il problemino un po' di tutti :-P sopravviveremo!!

@ PIANOB - E' davvero semplicissima, credimi mia cara! Ovvio che a Febbraio ci vediamo, eccerto! Ci conto :-) In breve, comunque, a Tn ci rimando fino a gennaio 2011 sicuramente :-) il resto ce lo racconteremo!

@ CRISTY - Maccheccara!! *_* Grazie! Anche voi mi siete mancate, donnine mie :-P Ora ricettuzzerò un sacco per voi, tadaaaa!!

@ DANIELA - Accidenti sì :-) Il babbo ha anche un attività, ghgh, farò un po' di pubblicità :-P! Grazie mia cara! vedo un lungo percorso in salita per gli esami, ma da Brava scout mi carico su lo zaino e via :-) BAcioni!

Elisa ha detto...

Avere coinquiline del genere deve essere una cosa favolosa!
Comunque leggere il tuo blog mi fa proprio venire voglia di visitare Bruxelles!

Curiosoni fissi