23 novembre 2009

Una dolce leggenda per i pomeriggi piovosi

C'erano una volta due sorelle, Carolina e Stephanie. Carolina era la più piccina, adorava il contatto con le persone, era spigliata e organizzata. Stephanie era la maggiore; amava cucinare, adorava preparare leccornie, sopratutto i dolci. Erano molto legate, affiatate e intelligenti.
Quando, più grandi, decisero di aprire un'attività insieme, ogni una di loro si dedicò a ciò che sapeva far meglio: Carolina accoglieva i clienti che giungevano alla loro dimora, mentre Stephanie si dedicava alla cucina. Il loro albergo andava benissimo, e Stephanie divenne sempre più conosciuta per la sua torta di mele.
Un giorno l'albergo si riempì, e parve più pieno del solito: moltissime persone in sala intenzionate a mangiare e degustare i piatti della cuoca, compresa la buonissima torta della quale tutti avevan sentito parlare.
Presa forse da agitazione, Stephanie si ricordò a metà del pasto che non aveva preparato la torta di mele: corse in cucina, imburrò la teglia e la cosparse di zucchero, tagliò grossolanamente le mele ed infornò il tutto.
Ahimè, si accorse solo a metà cottura che non aveva messo la pasta!
Tentando di rimediare come poteva, levò le mele dal forno e coprì il tutto con un unico strato di pasta, che bucherellò ed infornò nuovamente.
Il profumo delle mele cominciò ad aleggiare per tutta la sala, e tutti reclamavano un pezzetto di torta alla fine del pasto.
Stephanie, in cucina, non si scoraggiò d'animo: a cottura ultimata prese la torta e la capovolse sul piatto da portata, la sistemò alla meno peggio e la presentò in sala ai suoi clienti.

Nel 1926 venne pubblicato il libro che riportò per la prima volta questa ricetta, che prende il nome dal cognome delle sorelle: Tatin.
Oggi è uno dei dolci tipici francesi.

INGREDIENTI
zucchero
4/5 belle mele succose
cannella (facoltativo)

Per la pasta frolla:
250g di farina
125g abbondanti di burro o di margarina
1 uovo
125 g di zucchero
sale q.b.


PREPARAZIONE
La frolla - lavorate il burro ammorbidito e lo zucchero con un mestolo, creando una crema morbida. Aggiungete l'uovo e il sale e mescolate energicamente. Amalgamate il tutto alla farine e lavorate con le mani. Se necessario, aggiungete della farina. Una volta morbida, incelofanate e posate in frigo per alemno 20 minuti.
La torta - Sbucciate le mele, lavatele e tagliatele a metà privandole delle estremità e dei semi centrali. Ora, vi sono 2 modi in generale per preparare la torta, ed io ve li posto entrambi. Il primo l'ho provato personalmente, il secondo provvederò a breve!
1. Prendete la teglia ed imburratela per bene. Tagliate le mele a listarelle sottili e accendete il forno a 120°. Riempite la teglia con le mele, avendo premura di lasciare 1 cm di spazio tra il bordo e il ripieno. Alternate le mele allo zucchero, fino a che non avrete finito le mele. Infornate. riprende sotto
2. Tagliate le mele in metà. Prendete una teglia anti aderente e posatela sul fuoco, aggiungete dello zucchero con un po' d'acqua e fatelo scaldare fino a che non inizia a caramellare. Ponete le mele una vicino all'altra, un po' di lato, e con le restanti cercate di coprire i buchi. Spargete ancora di zucchero. Infornate a fuoco basso (100°). riprende sotto
Qui... Preparate la frolla e fatela riposare; a tempo debito, stendetela con un mattarello, togliete la teglia dal forno e alzate la temperatura a 180°. Posate la pasta sulle mele, facendola ben aderire al ripieno e spingendola nel centimentro libero. Infornate nuovamente per 30 minuti, finchè non sarà dorata. A questo punto, prendete un piatto grande come la teglia e capovolgete subito la torta.


Servite tiepida, non fredda, con una salsa alla cannella o alla vaniglia, o con del gelato. Nel caso si raffreddasse troppo, rimettetela in forno, ma non usate il microonde :-).
E' veloce e buona... da raccontare con una storia.

Con questa ricetta, partecipo alla simpaticimma raccolta di Florix, sperando che vada bene:


NB - le foto sono da bocciare, lo so! Dovete sapere che, infine, la mia macchian fotografica funziona a prender foto, ma lo schermo è in pappa. Questo vuol dire che non so quando c'è il flash, se ho su il macro o che.. Chiedo venia, che robe peròòò!!

12 commenti:

vivi ha detto...

Quoto le tue lezioncine di cultura culinaria... Bellina la storia! *-*

Daniela B. ha detto...

i tuoi dolci sono sempre stupendi..e chissà perchè mi piacciono tutti!! :)
buona giornata!

Federica ha detto...

sono pronta per una fetta...! deliziosa!!! ciaooooooooo

Betty ha detto...

bellissima la legenda e buonisisma la tatin... buona giornata.

mariacristina ha detto...

Proprio bella questa torta, io la faccio un po' diversa, pasta frolla sopra e sotto. Ti ho messo un commento al clima.

cristy ha detto...

Eccezzionale veramente! Mo' me la segno!!!
Ciao Cristy

Marti ha detto...

@ VIVI - adoro quando leggenda e cucina si mischiano *_* eheh!

@ DANIELA - Meglio del contrario, no? Ne sono onorata comunque, Grazie!

@ FEDERICA - Ma preeego!

@ BETTY - Grazie, anche a teee!

@ MARY - Eh, anche così nno dev'esser male, magari la provo fatta come la fai tu :-P ti farò sapere in caso!

@ CRISTY - XD Grazie caraaa! ahah, mi hai ricordato Abatantuono, meetica!

pinar ha detto...

nonostante le bizze della macchina fotografica questa crostata ha un aspetto molto invitante
brava

Dalia ha detto...

Martina cara, anche io faccio questo dolce, ma un po' divero... sempre mele e cannella, ma invece di frolla ci metto un piccolo pan di spagna. Poi quando lo giro, lo metto in frigo e sopra ci metto della panna montata!

Complimenti per la ricettuzza! Baci baci!

Anonimo ha detto...

Ciao! Bentrovata! E' bellissima l'aria che si respira qui da te: ti ho appena conosciuta ma credo che verrò a trovarti molto ma molto spesso...
Mi presento: sono polepole del CircoloVizioso e avrei bisogno di mettermi in contatto con te. Sto cercando la tua mail, ma non la trovo (ecco, mi sono presentata: sbadata e con la testa fra le nuvole...;-))

Ti do solo un indizio: hai presente la Danza delle scatole di latta??? ;-))

Ti lascio qui i miei recapiti: http://ilcircolovizioso08.blogspot.com
polepole2@excite.it

Aspetto notizie...! Saluti, polepole

fiorix ha detto...

ciao cara grazie della tua partecipazione con questa splendida delizia..la storia poi è bellissima!
i miei complimenti per il blog a presto un bacio!

Marti ha detto...

@ PINAR - Escludendo la messa a fuoco sì dai :-P eheheh

@ DALIA - Ah però, quarda guarda la dolcettaia. Io non adoro la panna, però la tua versione metiterebbe un tentativo.. ci penserò :-P

@ POLEPOLE - contattata! Sadata e distratta? Ceeee piace!!

@ FLORIX - è un vero èpiacere :-)!!

Curiosoni fissi