4 ottobre 2009

Brioches alle cime di rapa... e profumo di biancheria pulita!

Sono tornata questa mattina alle 6-6.30 dalla Nuit banche di Bruxelles; erano anni che non facevo così tardi... anzi, penso di non averlo mai fatto! Un sacco di gente, esposizioni e insallazioni, palchi in giro per la città e centri commerciali trasformati in disco techno. Da fare, da provare, da vedere! appena arrivate ci ha accolte uno scrittore, a capo d'un insattazione alla fermata della metro Park vedi foto; ci ha dato una penna e un foglio, chiedendoci di scrivere qualche cosa, iniziando con la frase "Lasciami metterti a nudo"; potevamo scrivere in ogni lingua, in ogni modo; molto particolare e coinvolgente per iiniziare la serata! Il freddo non ci ha ucciso, ma ci ha molto piegato, questo c'è da dirlo! Abbiamo resistito non so come alla notte bruxellese e al suo vento polare! Abbiamo tentato di scaldarci con del Reggae, in palchi piazzati ben all'aperto; inutile dire che abbiamo dovuto ripiegare sui centri commerciali, facendoci forza e improvvisando maldestri balli moderni. Fatto è che siamo ancora vive, anche grazie alle calze 100 denari comprate lo stesso pomeriggio perchè "non si sa mai che freddo viene"!
NB: abbiamo trovato anche le calze 180 den; ma esistono? Sono felpatine all'interno, una cosa stranissima e meravigliosa al contempo! Peccato siano strette come poche, e bloc
cano il flusso sanguigno: al caldo, con i piedi cianotici. Fico!
Proseguendo... questa mattina mi sono svegliata verso le 13; colazione alla buona, poca volglia di uscire a fare il bucato a causa del freddo ecc! Ok, vabbè, mi motivo e ci vado; 10€ in tasca, vado a quello un po' più caro perchè prende la carta. Balle. Sono rimasta come una scema 20 minuti a tentare di far uscire un gettone, ma nulla. Azzo! Cambio, non prende manco la moneta. Cambio lavanderia, e perdo 5€ per strada; lo sportello della lavatrice è bloccato, il lavaggio parte senza panni. Ne faccio un'altra. Totale: 11€ spesi per un cavolo di lavaggio!
Eppure...
ora la casa profuma di bucato che sembra di essere in una casa di campagna! C'è un profumo di panni puliti che penso fosse da anni che non sentivo così forte. Ed è una bellezza, perchè io adoro questo profumo così intenso!
Dopo queste peripezie, son tornata a casa anche abbastanza contenta; sfoglia nel frigo, cime di rapa lì vicino, mi son data alla cucina! Come ormai tutti sapete, niente bilancia qui a Brux! Ecco perchè tutte le mie ricette sono all'incircamenoquasi; spero comunque vi possan essere di spunto! A voi!


INGREDIENTI
una sfoglia tonda
un mazzo di cime di rapa verdi
qualche uvetta secca
spezie (io ho usato pepe bianco, cumino, erba cipollina -poca- e noce moscata)

Dosi per 6 brioches - tempo totale stimato: 1h/1h30


PREPARAZIONE
Pulite le cime di rapa e fatele cuocere in abbondante acqua salata fino a che non saranno al dente. Scolatele e passatele in una pentola con un po' d'olio, le spezie e l'uvetta e fate rosolare; togliete dal fuoco e fate raffreddare. Accendete il fornoa 200° circa. Tagliate in 6 spicchi la sfoglia e allungatela un po' con il mattarello; fate un taglietto di 1cm nel senso della lunghezza per far sì che la forma a brioches venga meglio. Ponete al centro del triangolo un bel cucchiaio colmo di cime di rapa, arrotolate a forma di brioches e piegate a U; posatele su una placca coperta con carta da forno. spennellate con un po' di latte e un pizzico di sale, per poi infornare fino a che non saranno dorati.


Sono advvero buoni, e si possono consumare anche come stuzzichini o per un pranzo da portar via! Io me li sono fatti da poterli così avere in uni .-D!

* * *

NOTA per la ZONA = io ho calcolato la briochesina come 1 blocchetto e 1/2 di carboidati; abbianta a della carne o a del formaggio, con un bel fruttone al seguito, dovreste esserci dentro per bene :-D

7 commenti:

Vesle Serena ha detto...

ciao1 che cosa é un blocchetto e mezzo di carboidrati?

Daniela ha detto...

Bella la ricetta e anche io tuo blog!sei in erasmus a bruxelles?che bello,io avevo fatto domanda x erasmus a parigi ma non mi hanno presa..ma non importa tanto viaggio molto lo stesso,x fortuna!mi farebbe piacere se passi a leggermi su www.ilcoltellodibanjas.blogspot.com
secondo me siamo anche coetanee :)
un abbraccio,Daniela da Cuneo

Marti ha detto...

@ SERENA: è un calcolo inerente alla dieta Zona :-P ihih

@ DANIELA: ciao! Ben arrivata! Ora ti ho segnato, così ti leggo con un po' di costanza! Ripassa quando vuoi, un bacione!

piroulie ha detto...

c'est très original cette recette de croissants salés
bonne soirée

natalia ha detto...

ciao martina, sono sempre attratta dalle giovani ragazze intraprendenti, specie in cucina. mi ricordate quando anch'io avevo la vostra età, che begli anni vissuti serenamente, con esperienze che mi hanno segnato la vita. ora il tempo è passato, ho un marito e 4 figlie,e molto meno tempo, ma come vedi al divertimento (anche se in cucina)non ho ancora rinunciato. brava continua così e in bocca al lupo per i tuoi studi. ci risentiamo presto! ciao

Marti ha detto...

@ PIROULIE: en plus tres facile ;-D une recette pour un fille en erasmus, koi.. lol!

@ NATALIA: grazie mille, davvero gentile *_*! Adoro la cucina, dai mille gusti e sapori, credo stimoli la mente e anche il senso della manualità :-) ...prima o poi si cresce; non so arriverò alle 4 figlie e se mai avrò un marito, vedremoooo.. bacioni

annarita ha detto...

ciao! sono arrivata qui tra un blog e l'altro...davvero carino e simpatico! e poi queste brioches alle cime di rapa mi fanno ricordare la mia terra...che profumo!
buona serata!

Curiosoni fissi